new-york-1209232_960_720

Il mio nome è Ava Cincotti.

In realtà il mio vero nome è Melissa. Ava è il mio alter ego, il nome che ho scelto quando ho deciso di crearmi un’altra personalità.

Alcuni nascono con personalità multiple, io me ne sono creata una per un semplice motivo: ero innamorata pazza, o forse solo pazza, e Ava era il mio asso nella manica per conquistare l’uomo dei sogni.

Sono una parrucchiera e ho lasciato la Pennsylvania per New York, in cerca di un lavoro e di nuovi stimoli. Ho trovato lavoro al salone di Chris, e  adoro lui e il suo fidanzato, Chris (sì, coincidenze).

Dopo qualche mese nella Grande Mela ho conosciuto il bellissimo Adam Mason: rockstar decadente e affascinante, tanto sexy e attraente quanto misterioso e sfuggente.

Dopo i primi approcci e appuntamenti però il nostro rapporto si è trasformato soltanto in un passatempo virtuale, tenuto in piedi da quotidiane chat su Facebook e audaci conversazioni su Skype.

Peccato che, per me, il rapporto con Adam non fosse affatto un gioco, ma una passione-ossessione. Per molti mesi l’ho confidato soltanto al mio diario – che io chiamo affettuosamente Bob – e alla mia amica svedese Marie, mia cliente al salone. Ma quando la tensione psicologica e fisica tra me e Adam, alimentata dalle sue continue sparizioni e da sempre più ardite fantasie virtuali, è diventata insostenibile, ho deciso che era ora di agire. O meglio, di far agire una donna molto più seducente: il mio alter ego, Ava Cincotti. Ho aperto un profilo Facebook per Ava, ho mandato ad Adam la richiesta di amicizia e lui ha ovviamente abboccato all’amo.

Se sei curiosa di scoprire l’intera storia, Elisa Manzini l’ha scritta nel suo romanzo “Il mio nome è Ava Cincotti” (Edizioni CentoAutori)!

———————————–

My name is Ava Cincotti.

Actually, my real name is Melissa. Ava is my alter ego, the name I picked when I decided I needed a new personality.

Some people were born with multiple personalities, I created one for myself with a simple purpose: I was crazy in love, or maybe just crazy, and Ava was the only chance to seduce the man of my dreams.

I’m a hair dresser, I left Pennsylvania and moved to New York City, looking for a job and new adventures. I found a job at Chris’ salon and I love it. I also adore him and his boyfriend Chris.

After a few months I met a charming man, Adam Mason: rockstar in decline, super sexy but also mysterious and elusive.

After our first dates, the relationship turned into a virtual game: lots of chatting on Facebook and hot calls on Skype.

To me, though, our relationship wasn’t a game, it was a passion-obsession. For months my only listener was my journal, Bob, and my Swedish friend and client Marie. When Adam began to pull back and be only available for our sex chats, I realized it was time to take action. Or better, my alter ego Ava, much more intriguing than me, would take action. I opened a fake profile on Facebook, I friend requested Adam and he easily fell into my trap.

If you want to know more about Ava and Melissa, you’ll find their story in “Il mio nome è Ava Cincotti”, by Elisa Manzini (Edizioni CentoAutori).